iMac, MacBook e MacBook Pro 2017: dettagli e recensioni

08 giugno 2017 di Giuseppe Migliorino
FEATURED

Durante la WWDC, Apple ha presentato una nuova gamma di prodotti hardware che comprendono aggiornamenti per i MacBook 12″, i MacBook Pro e gli iMac. Questi tre dispositivi sono già disponibili per l’acquisto, in attesa dell’iMac Pro che invece verrà rilasciato soltanto a dicembre.

Gli aggiornamenti dei MacBook, MacBook Pro e iMac comprendono nuovi processori più veloci, SSD di ultima generazione, Fusion Drive di serie su iMac, GPU migliorata e più RAM. Gli iMac 2017 saranno disponibili dal 9 giugno, mentre i MacBook Pro e i MacBook tra il 16 e il 22 giugno in base al modello scelto.

MacBook 12 pollici

 

 

Nessuna modifica estetica. Il MacBook 12″ 2017 ha ora processori Kaby Lake Core i7 più veloci, fino a 1,3GHz, con velocità Turbo Boost fino a 3,6GHz, e SSD fino al 50% migliorate.  Questo modello supporta inoltre il doppio della memoria. Con un peso di circa 900 grammi e uno spessore di appena 13,1 mm, MacBook rimane il notebook più sottile, leggero e portatile prodotto da Apple.

Questi prezzi e caratteristiche:

Il MacBook 12 2017 risulta essere un computer con prestazioni sensibilmente migliorate rispetto alla precedente versione. Molto apprezzata è la nuova tastiera con meccanismo a farfalla di seconda generazione, già vista sui MacBook Pro 2016. Si tratta di una tastiera in grado di velocizzare la digitazione e di offrire una migliore esperienza di utilizzo.

La CPU Intel Core m3 dual-core del modello base riesce a gestire ottimamente più attività, ma non è in grado di gestire software avanzato di video editing. Qualche miglioramento si nota con il processore i5, in grado di gestire in maniera abbastanza buona anche attività più complesse. Chi cerca un computer per editing video avanzato e 3D deve pensare comunque ad un MacBook Pro.

Confermata la presenza di una sola porta USB-C, che limita di molto la produttività e obbliga l’utente ad acquistare almeno un adattatore. Presente anche la stessa webcam 480p del precedente modello, peccato.

Il MacBook 12″ si conferma quindi un ottimo computer per design e portabilità, in grado di eseguire ottimamente le operazioni base più comuni, anche in multitasking. Per il resto, c’è il MacBook Pro.

MacBook Pro 13 e 15 pollici

Anche qui nessuna novità estetica rispetto alla versione 2016, ma importanti miglioramenti hardware. Il MacBook Pro 13″ 2017 include processori Kaby Lake Core i7 fino a 3,5GHz, con velocità Turbo Boost fino a 4,0GHz, mentre il MacBook Pro 15″ 2017 ha processori Core i7 fino a 3,1GHz, con velocità Turbo Boost fino a 4,1GHz. MacBook Pro 15″ ha anche una GPU più potente e ancora più memoria video, mentre MacBook Pro 13″ ha una nuova configurazione da €1.549. Confermata chiaramente la Touch Bar con Touch ID, insieme al display Retina con 500 nit di luminosità e Thunderbolt 3.

Questi prezzi e caratteristiche.

MacBook Pro 13″:

MacBook Pro 15″:

Le prime opinioni sono molto positive. I nuovi MacBook Pro beneficiano di una nuova generazione di processori in grado di aumentare le prestazioni fino al 20% rispetto al precedente modello. La versione da 15″ ne guadagna anche in termini di GPU, per la felicità di chi fa editing grafico e video.

iMac

Il modello iMac 2017  integra processori Kaby Lake più veloci, fino a 4,2GHz, con velocità Turbo Boost fino a 4,5GHz, e supporta fino al doppio della memoria rispetto alla generazione precedente. Fusion Drive è ora di serie su tutte le configurazioni da 27″ e sul modello di punta da 21,5″. Le opzioni di archiviazione SSD sono ora fino al 50% più veloci e iMac è dotato della tecnologia Thunderbolt 3.

La grafica è nettamente più potente, grazie alla nuova scheda Radeon Pro serie 500 con fino a 8GB di vRAM. Il modello da 21,5″ raggiunge prestazioni fino a tre volte superiori, mentre il modello da 27″ è fino al 50% più veloce. iMac ha anche un nuovo display più luminoso del 43% con 500 nit e con il supporto per 1 miliardo di colori.
iMac 21.5″:
iMac 27″:
Con questi nuovi iMac, si nota subito una maggiore velocità nel lanciare qualsiasi app, anche grazie al Fusion Drive di serie. Le differenze maggiori si notano soprattutto nell’editing di video 4k, ora nettamente più veloci.
Ottimo il nuovo display e apprezzate anche le due porte Thnderbolt 3 che supportano anche USB-C. La nuova tastiera integra anche il tastierino numerico opzionale. Il modello base da 1350€ può essere un computer perfetto per la famiglia, mentre le versioni più potente sono valide anche per utilizzi professionali, in attesa del costosissimo iMac Pro da oltre 4.000€.
Giudizi più che positivi anche per l’editing delle foto, che risulta essere immediato e veloce anche nelle app più complesse e con più immagini da modificare. Anche se è disponibile un piccolo update, la linea MacBook Air risulta ormai quasi abbandonata da Apple. Possono essere trovate delle ottime offerte su BuyDifferent, anche per i MacBook Pro 2016 che rimangono tra i migliori computer portatili in circolazione!

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.