Le prime impressioni sui nuovi MacBook Pro

28 ottobre 2016 di Giuseppe Migliorino
FEATURED

A poche ore dalla presentazione ufficiale, in rete posiamo già dare uno sguardo alle prime impressioni di chi ha avuto modo di provare i nuovi MacBook Pro.

hello-again-new-macbook-pro-780x521

I nuovi MacBook Pro cambiano il modo di interagire con i computer Apple, grazie a due grandi novità: il Touch ID, che permette di attivare il dispositivo con le impronte digitali, e soprattutto la Touch Bar, che offre funzioni dinamiche in base alle app aperte. Questa barra è sostanzialmente un display OLED multitouch, che permette di effettuare gesture per zoommare un immagine, spostarsi tra i menu ed effettuare tante altre operazioni.

Macworld:

La cosa che mi ha impressionato di più della Touch Bar è la velocità in cui cambia interfaccia: l’ho utilizzata per scorrere un album intero e arrivare all’ultima foto, nonché per attraversare tutta la time line di Final Cut Pro. Tutto veloce e reattivo. Ottimo anche l’utilizzo in Mail: quando guardi un elenco di porta in arrivo, è molto più facile selezionare e trovare i messaggi utilizzando la barra. Inoltre, in Mail tale barra cambia in base al tipo di funzione che stiamo utilizzando.

TechCrunch:

Touch Bar veloce e reattiva, perfetta anche in multi-touch. La sua flessibilità è incredibile e si adatta perfettamente al passaggio da un’app all’altra. E’ come avere un piccolo display mobile su un notebook.

ReCode:

Amerete subito la Touch Bar, uno strumento che potrebbe presto diventare indispensabile. Prezzi troppo alti, ma sono rimasto impressionato dalla capacità di rispondere ai comandi e di adattarsi alle varie app.

AppleInsider:

L’integrazione sopra la tastiera rende molto comodo utilizzare la Touch Bar, anche mentre si lavora. L’esperienza diventa ancora più coinvolgente, migliorando l’usabilità del Mac senza mai distrarre. Con l’arrivo di app terze che sfrutteranno questa funzione ne vedremo delle belle.

The Verge:

Ho provato anche a configurare i tasti e tutto è molto semplice e veloce. Perfetta. Si può anche tenere premuto a lungo per attivare funzioni veloci. Forse bisogna abituarsi un po’, ma alla fine non ne potrete fare a meno. In Pages permette di utilizzare le opzioni di formattazione, in Mail di comporre un messaggio e in Final Cut di scorrere la timeline. Solo per fare qualche esempio!

Per quanto riguarda le altre caratteristiche, le prestazioni sembrano ottime già dalle prime prove, soprattutto nelle app più complesse come Final Cut Pro. Ottimo il display, definito e più luminoso, mentre sulla batteria bisognerà attendere recensioni più accurate. Voti positivi anche per la nuova tastiera, identica a quella vista sul MacBook 12.

Promossa la tastiera: i tasti sono distanziati maggiormente, e il feedback è anche migliore rispetto al MacBook da 12 pollici.

Ci sono poi alcuni dubbi. In primis sulle porte, visto che Apple ha eliminato il lettore di schede SD, le porte USB classiche e la porta HDMI, oltre all’alimentatore MagSafe. Questo potrebbe essere un limite che obbligherà molti utenti ad utilizzare diversi adattatori (anche per collegare un iPhone…). Perchè, poi, eliminare il connettore MagSafe, così comodo e utile per evitare cadute accidentali del Mac sotto carica? Certo, Apple elimina una porta proprietaria a favore di uno standard come la USB Type-C, ma forse questa era l’unica cosa “proprietaria” che tutti apprezzavano. Alcuni hanno anche notato il logo Apple che ora non si accende più; un dettaglio, ma in tanti amavano questa caratteristica unica dei portatili Apple.

Ritornando alla questione MagSafe, ora gli utenti possono caricare il MacBook Pro utilizzando una delle 4 porte USB-C, ma anche chi ha provato il portatile per pochi minuti ha notato che l’assenza del MagSafe si farà sentire per chi era abituato a questo tipo di alimentatore. Certo, le 10 ore di autonomia dovrebbero consentirci di ricaricare il MacBook Pro solo la sera, prima di andare a letto, ma questa cosa, da sola, non giustifica l’eliminazione del MagSafe. Di fatto, Apple ha eliminato una meravigliosa invenzione. Oltre al MagSafe, Apple ha poi eliminato il già citato lettore di SD card, utile soprattutto per i fotografi, il connettore HDMI e il tasto ESC…

Ed ecco alcuni video:

 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.