Ive e Schiller tra nuovi MacBook Pro e il futuro di Apple

28 ottobre 2016 di Giuseppe Migliorino

In un’intervista rilasciata subito dopo la presentazione dei nuovi MacBook Pro, il Chief Design Officer Jony Ive e il Senior Vice President of Worldwide Marketing Phil Schiller hanno commentato le novità e parlato del futuro dell’azienda.

18812-18314-mbp-top-l

Sui “ritardi” relativi alla presentazione dei tanto attesi MacBook Pro, Schiller ha dichiarato che per ogni nuovo prodotto “… sfidiamo i team a vare un lavoro sempre migliore. A volte impieghiamo un anno, a volte tre anni. Quello che veramente ci sta a cuore è creare innovazioni importanti nel Mac e continuare la storia che ha consentito ad Apple di consolidarsi per così tanti anni”.

Ive ha invece parlato degli schermi dei computer touchscreen:La decisione di non implementare la tecnologia touch nei MacBook o negli iMac è stata presa anni fa. Tutti abbiamo scelto di puntare sulla Touch Bar, che offrirà una nuova direzione di utilizzo dei nostri computer portatili. E siamo solo all’inizio”

Ancora Schiller sul legame tra MacOS e iOS: “E’ bello fornire due modi diversi per risolvere le stesse cose, senza però compromettere la sincronizzazione tra i due sistemi operativi. Averli separati ci permette di esplorare e migliorare entrambi, tenendo sempre presente l’intero eco-sistema. Non si può cercare di trasformare MacOS in un iPhone, e al contrario non possiamo trasformare iOS in un Mac. Ognuno fa le cose migliori che sono destinati a fare, e noi creiamo degli update per aggiungere nuove funzionalità su entrambi, senza cambiare mai la loro natura di base”. 

Sulle critiche relative ai prezzi troppo alti dei nuovi MacBook Pro, sempre Schiller: “Non progettiamo pensando al prezzo, progettiamo per offrire la migliore esperienza e la migliore qualità ai nostri utenti. A volte, questo significa che il prezzo è da top gamma, ma non lo facciamo di proposito. Lo facciamo perchè quello è il prezzo giusto per un prodotto di quel tipo. Come confermano i dati, Apple sta scalando le classifiche dei produttori PC e si trova in una posizione mai raggiunta in passato”. 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.