Sparatoria in Florida: un MacBook Pro salva la vita al suo proprietario

07 gennaio 2017 di Giuseppe Migliorino

Steve Frappier deve la vita al suo MacBook Pro: durante la sparatoria all’aeroporto Fort Lauderdale in Florida, un proiettile vagante ha colpito il suo portatile conservato nello zaino. Senza la presenza del MacBook Pro, Frappier sarebbe stato colpito senza scampo.

19659-20511-170106-cnn-l

Venerdì scorso, un uomo armato identificato dalle autorità come Esteban Santiago, ventiseienne originario dell’Alaska, ha  aperto il fuoco sui viaggiatori all’interno dell’aeroporto Fort Lauderdale in Florida, in prossimità degli slot per la raccolta dei bagagli. Nella sparatoria sono morte 5 persone.

Steve Frappier si trovava proprio lì e si è salvato grazie al suo MacBook Pro, che ha letteralmente fermato il proiettile che sarebbe arrivato dritto nella sua schiena. Il Mac è ora inutilizzabile, visto che il proiettile ha colpito batteria e circuiti interni, ma questo è il minimo visto il rischio corso.

 

[via]

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.