Come registrare/creare una canzone su Garageband con il proprio strumento musicale [GUIDA]

lunedì, 18 luglio 2011 di Gianmarco Forcella in Guide SlideToMac, Software, Tutorials

Garageband, a nostro parere, è uno dei migliori software in circolazione per creare e/o registrare la propria canzone con un qualsiasi strumento musicale: con questa guida cercheremo di spiegarvi come creare il proprio brano con questo potentissimo programma.

Prima di cominciare la guida, teniamo a precisare che la suddetta guida è stata testata su un MacBook Pro 13″ con Intel Core i5, 4GB di RAM e scheda grafica Intel HD Graphics 3000 con 384MB dedicati. Inoltre, eseguiremo la cover della celebre canzone Jesus of Suburbia dei Green Day.

Requisiti

  • Mac OSX Snow Leopard aggiornato almeno alla versione 10.6;
  • Un qualsiasi strumento musicale supportato da Garageband (nel nostro caso una chitarra);

Requisiti facoltativi

  • Accordatore per il proprio strumento musicale (integrato anche su Garageband);
  • In caso si volesse creare la cover di una canzone bisogna procurarsi le basi dei vari strumenti musicali (chitarra-batteria-basso-voce);
  • Amplificatore, per permettere al programma di registrare meglio i suoni (possibilmente senza nessun pedale collegato)

1. Introduzione alle funzioni principali di Garageband per la registrazione

Come prima cosa, bisogna aprire Garageband, aprire un nuovo progetto e selezionare lo strumento con cui si intende registrare (nel nostro caso, avendo una chitarra elettrica, selezioneremo l’opzione “Electric Guitar“) ed impostare la tonalità.

Dopo un breve tempo di caricamento, si accederà alla schermata principale.

  • Nell’area di lavoro 1 sarà possibile scegliere diversi pedali/amplificatori tra quelli presenti nel database del programma e regolarne le varie impostazioni;
  • L’area di lavoro 2 offre la possibilità di scegliere una vasta gamma di set già compilati in base alla canzone che si vuole registrare: ad esempio, se l’utente è intenzionato a suonare una canzone di genere punk rock, non deve far altro che premere l’opzione “punk rock” e l’amplificatore e i pedali verranno sostituiti per essere “riadattati” a quel genere. Nel nostro caso, selezioneremo l’opzione punk rock per registrare la canzone;
  • Nell’area di lavoro 3 è possibile invece regolare l’output dell’audio e controllare con quanta intensità si sta suonando, per evitare di generare un feedback;
  • Nell’area di lavoro 4, durante la registrazione del proprio pezzo, verrà incisa la traccia audio. Nella stessa sezione, è possibile trascinare file .MP3 esterni al programma, utili per chi tenta di eseguire la cover completa di una canzone;
  • L’area di lavoro 5 invece, permette all’utente di iniziare la registrazione della propria traccia, riascoltarla, disattivare il metronomo e modificare l’audio.

Dopo aver spiegato i principali strumenti di Garageband, passiamo all’impostazione di alcune delle parti sopra illustrate.

2. Impostare Garageband e il proprio strumento per la registrazione

Fondamentale è regolare l’amplificatore di Garageband, in modo che il programma registri per bene gli input che riceve: facendo un semplice click sulla figura di quest’oggetto si potranno regolare le varie leve, mentre premendo due volte si ha la possibilità di modificare le impostazioni dell’amplificatore stesso.

Il passo successivo consiste nello scegliere gli eventuali pedali da collegare allo “strumento-virtuale” in questione. La scelta di questi oggetti è totalmente facoltativa nel 70% dei casi: se invece volete aggiungere effetti particolari oppure state registrando la cover di una canzone che li utilizza (come It’s my life di Bon Jovi), diventano estremamente necessari, e vanno regolati in base alle proprie necessità.

È infine necessario preparare il proprio strumento musicale alla registrazione: queste sono le linee guida da noi consigliate.

  1. Accordare lo strumento con un’accordatore, oppure usare quello incorporato in Garageband. Per attivarlo è necessario posizionarsi sul piccolo schermo LCD presente nella schermata principale del programma e premere per tre volte la freccia rivolta verso l’alto (formato delle note: USA);
  2. Se possibile, collegare il vostro strumento musicale al vero amplificatore e non attivare il selettore di canali, per avere un suono più pulito;
  3. Se avete una chitarra e/o basso, ancora meglio è usare il nuovo accessorio della Apogee Electronics, JAM

Effettuati questi passaggi, rimane da scegliere se disattivare o meno il metronomo: la scelta è strettamente soggettiva, perciò non ci esprimeremo in merito.

3. : Registrazione della propria canzone, come fare

Questa è sicuramente la parte più difficile di tutta la guida: per cominciare, dovete trovarvi in una stanza dove non ci sia nessun genere di rumore, in quanto GarageBand registra tutto quello che proviene dall’esterno.

Far partire la registrazione in sè è piuttosto semplice: basta premere l’ultimo pulsante dei cinque alla sinistra del piccolo LCD (vedi immagine sopra). Il problema è che se sbagliate note durante la registrazione, sarete costretti a ricominciare da capo in quanto non vi è possibilità di cancellare un pezzo della traccia audio “catturata”.

Con il MacBook Pro con cui abbiamo testato questa guida non sono stati necessari cavi di alcun tipo per collegare il proprio strumento c e permettere quindi una regolare registrazione del suono.

N.B.: in caso vorreste eseguire la cover di una canzone che richiede di essere suonata da più di un’unità dello stesso strumento, dovete aggiungere lo strumento in questione. Farlo è semplicissimo: vi basterà recarvi nel bottone cerchiato e scegliere l’opzione che più vi aggrada e quindi tornare a registrare!

3a. : Aggiungere tracce alla registrazione

In caso state cercando di eseguire una cover di una canzone e avete necessita di inserire le tracce mancanti degli altri strumenti, in questo “sotto-passaggio” vi spieghiamo come fare.

Anzitutto dovete cercare le tracce che vi mancano della canzone (basso-chitarra-batteria-voce, insomma, tutto in base allo strumento che suonate).

Una volta che avete trovato i frammenti d’audio che vi interessano, registrate il brano senza inserire i file .mp3 appena scaricati: terminata la registrazione, trascinateli all’interno di GarageBand, e dovreste ottenere una schermata del genere.

Fatto, ora la vostra cover è completa: se avete bisogno di far partire quel pezzo di traccia in un determinato momento (e non subito all’inizio della canzone), basta trascinare l’audio desiderato ad un determinato punto dell’area di lavoro centrale.

4. : Esportare la propria canzone come file .mp3

Ci siamo, il più ormai è fatto: ora manca solamente salvare ed esportare il progetto da GarageBand come file .mp3. Il passaggio è molto semplice: bisogna infatti posizionarsi su “Condividi—Esporta brano come disco” come mostra l’immagine.

Appariranno quindi altri pochi messaggi che chiederanno di dare le varie impostazioni del brano: vi consigliamo di esportare la vostra canzone con il codificatore MP3 e con l’opzione “alta qualità” alla voce qualità audio.

Per aspettare che il procedimento arrivi alla fine, saranno necessari diversi minuti in quanto GarageBand convertirà sezione per sezione tutte le tracce audio presenti.

Se avete qualsiasi problema nel seguire alcuni punti di questa guida non esitate a lasciare un commento: vi risponderemo il prima possibile!

Se invece desiderate sentire la cover di Jesus of Suburbia realizzata con questa guida, vi rimandiamo a questo indirizzo.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

Unisciti alla nostra community su Facebook! Clicca Mi Piace!
L'utilizzo del contenuto di questo articolo è soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. Sono consentite la distribuzione, la riproduzione e la realizzazione di opere derivate per fini non commerciali, purché venga citata la fonte.
  • http://www.facebook.com/profile.php?id=100001726896110 Gianluca Gonella

    Per registrare una batteria elettronica occorre seguire lo stesso procedimento?

    • Gianmarco Forcella

      Sì certo, dovrebbe essere lo stesso.
      In caso puoi provare a collegare la tua batteria al Mac con un cavo e poi seguire il resto della guida

      • http://www.facebook.com/profile.php?id=100001726896110 Gianluca Gonella

        Ok grazie mille, ci proverò allora!

  • Angel

    È una buona guida per cominciare, ma aggiungerei la non trascurabile possibilità di collegare anche una tastiera MIDI che permette di aggiungere alla nostra registrazione anche un’eventuale batteria e tutti gli strumenti di cui non disponiamo o non sappiamo suonare… Uno dei punti di forza di Garageband è proprio quello di poter mischiare MIDI a suoni audio, così da registrare una base con tastiera, basso e batteria MIDI (per i profani come me che non sanno realmente “suonare” uno strumento) ed aggiungere la traccia audio cantata a lavoro ultimato, con una semplicità che oserei dire disarmante, anche per chi non è troppo ferrato in materia.

    • Gianmarco Forcella

      L’ultimo punto (quello della traccia audio cantata) è specificato nel punto 3A, anche se generalizzato un po’ per tutte le altre parti della canzoni :)

    • Anonimo

      io mi sono preso questa http://www.akaipro.com/synthstation25, con iphone ci suono l’ottimo nanostudio, e via usb diventa una tastiera midi :)

  • Foxweb2

    Grande GUIDA, complimenti.
    Volevo sapere se Garageband è in grado e se si come, di eliminare l’effetto pop del microfono (le P marcate per intenderci).
    Grazie a tutti quelli che mmi risponderanno.
    Gianluca

    • Gianmarco Forcella

      Mi spiace, purtroppo con i microfoni non sono molto pratico :(

  • http://www.facebook.com/gonzales.quentin Enrico Quentin Barabas Gugliel

    Onestamente,
    Ma per chiamarla “guida” non ci avete pensato che proporre l’uso del mic incorporato paresse troppo brutto?
    Non voglio fare quello che critica e non sa fare altro, ma per registrare qualcosa di amatoriale (ed avere un prodotto decente….ascoltabile) minimo minimo serve una scheda audio esterna (quello schivio di iRing si trova anche a 39 euro :D)
    Allora puo andare un po meglio. Il suono è piu pulito, non devi stare in una sala insonorizzata, non usi una preamplificazione (!!!) e puoi giocare con gli effetti come vuoi. :)
    Il mio vuole essere un commento-critica-costruttiva, non prendetelo ammmale! ;)

    • Gianmarco Forcella

      E dimmi un po’, che c’è scritto nel punto 2?

      Se avete una chitarra e/o basso, ancora meglio è usare il nuovo accessorio della Apogee Electronics, JAM

      PS: iRig funziona solo con iPhone e iPod Touch

      PPS: a che pro? Per peggiorare la qualità del suono?

      PPPS: mai sentito logic

      • http://www.facebook.com/gonzales.quentin Enrico Quentin Barabas Gugliel

        Hahaha!
        iRig lo puoi collegare a qualsiasi mac e funziona. L’ho citato perche la scheda audio esterna piu economica che conosca.
        L’editor a pro di: “il problema è che se sbagliate note durante la registrazione, sarete costretti a ricominciare da capo in quanto non vi è possibilità di cancellare un pezzo della traccia audio “catturata” “. Dicevo solo che si, si puo cancellare un pezzo di traccia e soprattutto si, si possono fare piccole modifiche per migliorare il suono (nel caso di note sbagliate)
        La cosa piu stupefacente però è che non hai mai sentito parlare di Logic (pro ed express). :) (in effetti è solo il piu famoso programma di editing audio al mondo. Un po il final cut dei musicisti…lol)
        Non sto neanche a domandarmi come hai potuto affermare: “Garageband, a nostro parere, è uno dei migliori software in circolazione per creare e/o registrare la propria canzone con un qualsiasi strumento musicale”. Va beh! Amen. :)

      • Anonimo

        aspetta, sebbene con GarageBand si possano fare cose carine, per carità, non conoscere Logic (pro o express) insomma… sono pure Apple…. e sono professionali… anche se oramai lo standard sembra essere diventato pro tools HD…
        Insomma, buona guida, ma un po’ troppo amatoriale :) :)

        • Gianmarco Forcella

          Ho il Mac da meno di un mese se permettete :°D
          Vedrò di provare anche Logic visto che me ne parlate tanto bene, però Garageband per il momento per me rimane il migliore.
          In che senso guida amatoriale?

  • Ledjuan

    Bella guida…sono daccordo che peró andrebbe un pó ampliata. Ad esempio come scegliamo la giusta tonalitá?

    • Gianmarco Forcella

      Dipende tutto dal tipo di canzone che vuoi suonare: Jesus of Suburbia per esempio usa il preset “punk rock”

  • Marco

    ciao a tutti
    vorrei chiedere una informazione visto che nell’articolo non se ne parla…
    come collego la mia chitarra elettrica al macbook?
    grazie in anticipo per le risposte

  • Marco

    ciao a tutti
    come posso collegare la mia chitarra elettrica al macbook???

    • Giannmarco Forcella

      Se hai un MacBook Pro di ultima generazione non hai bisogno di niente, in alternativa puoi comprare JAM

      • Marco

        grazie per la risposta
        ho un Macbook Pro comprato la settimana scorsa
        la chitarra elettrica è una Yamaha ed ha circa 14 anni, non so se preamplificata.
        quindi posso collegarla tramite un cavetto con i jack diversi: uno per la chitarra ed uno per l’ingresso microfono del Macbook?

    • Kamionaro

      Ciao. Tempo fa,ho provato a registrare delle traccie e ho collegato il mio basso “attivo” direttamente all’imac dietro,nella presa del microfono. Il segnale,essendo già preamplificato,era perfetto e senza bisogno di microfoni esterni.

      • Carlo

        la cosa brutta del mac book pro è che ha una sola porta che funge da entrata ed uscita audio, costringendomi ad usare gli altoparlanti integrati (bleah) come monitor. Per poter usare le cuffie o delle casse decenti ho dovuto prendere un cavo con scheda audio integrata, ma non è un granchè.

      • Carlo

        la cosa brutta del mac book pro è che ha una sola porta che funge da entrata ed uscita audio, costringendomi ad usare gli altoparlanti integrati (bleah) come monitor. Per poter usare le cuffie o delle casse decenti ho dovuto prendere un cavo con scheda audio integrata, ma non è un granchè.

  • Marco

    ps: grazie a tutti per le risposte

  • Trend

    come faccio a lavorare su una unica traccia senza influire su le altre tracce?(cioe mettere effetti  su una singola traccia)