Come ridurre l’utilizzo della CPU evitando di… mantenere video sulla scrivania – Guida SlideToMac

giovedì, 15 novembre 2012 di Fabrizio Degni in Guide SlideToMac

Piu’ che una guida, un monito (che va tanto di moda…), in grado di dare una risposta all’uso del processore negli stati di idle e soprattutto di far “concentrare” la CPU in altri compiti.

Con l’inverno alle porte magari avere un Mac caldo potrebbe quasi tornare utile, tuttavia è chiaro che lavorando a temperature di esercizio ottimali, non solo possiamo sfruttare ogni ciclo-CPU a sua disposizione ma anche evitare che, per i notebook, si azionino “contromisure” di areazione…

Dalle pagine MacWorld, sezione Hits, giunge fino a noi un suggerimento che probabilmente è la chiave di lettura all’insolita attività della CPU negli stati di idle, ovvero quando, ad esempio, ci troviamo immersi nella lettura e stranamente il Monitor Attività continua a segnalare un balletto di percentuali tra il 40% ed il 100% (anche…) del tutto ingiustificato. Può la forza del verbo essere cagione di tutto? No… e difatti la motivazione è altra e stando a quanto rivelato dal redattore, da imputare alla presenza di eventuali video sulla scrivania!

Problemi simili avrebbero oltre un lustro sulle spalle ed è questo che lascia perplessi perché se noti, documentati e verificati su piu’ ‘ “scrivanie”, come mai a Cupertino non hanno provveduto a correggerli?

Nel nostro microcosmo sappiamo ora come fare, in attesa che si possa trovare un modo per posizionare, senza sensi di colpa, video sulla scrivania (l’aspetto al di là del tono dell’articolo è cruciale nei laptop dove si centellina ogni ciclo CPU per l’autonomia…).

[ Segnalato su MacWorld ]

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

Unisciti alla nostra community su Facebook! Clicca Mi Piace!
L'utilizzo del contenuto di questo articolo è soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. Sono consentite la distribuzione, la riproduzione e la realizzazione di opere derivate per fini non commerciali, purché venga citata la fonte.