Condividere un disco USB tra Mac e PC – Guida

mercoledì, 22 febbraio 2012 di MDS in Tutorials

Molte persone hanno sia un Pc Windows che un Mac. Situazione, tranne rare eccezioni, che si verifica in ambito lavorativo. Come fare, allora, per condividere un disco tra i due sistemi operativi? SlideToMac vi fornirà le necessarie istruzioni.

Come sappiamo, Windows non legge un disco formattato con il file system nativo di Mac OS X.
Al contempo, Mac OS X può leggere un disco formattato in NTFS ma non è in grado di scriverci.
Esistono varie soluzioni di terze parti, a pagamento, che permettono al Mac di scrivere su queste partizioni: basti pensare a Paragorn.

Ma come fare se, invece, non vogliamo installare software aggiuntivo? La soluzione migliore è partizionare il disco in FAT32.
Prima di procedere all’uso della FAT32 è bene fare due precisazioni: con questa tipologia di file system la dimensione massima di un file è di 4GB; inoltre, Mac OS X può creare una partizione fino a 2 TB mentre Windows arriva fino ad un massimo di 32GB.

Vediamo ora come fare su Mac.

Una volta collegato il disco USB al nostro Mac, dobbiamo lanciare Utility Disco, che si trova sotto Applicazioni/Utility, o ricercarla tramite Spotlight.
Nella sezione di sinistra dobbiamo selezionare la voce corrispondete al disco da utilizzare e, nella sezione di destra, andare a scegliere il formato MS-DOS (FAT).
Questo permetterà a Mac OS X di formattare il disco in FAT 32.
All’occorrenza, sarà possibile creare più di una partizione nel nostro disco USB: per farlo basterà accedere al tab “Partizioni” e dividere il disco in tanti volumi quanti vogliamo.

Ricordate che non è necessario che tutto il disco sia FAT32, nel caso di partizionamento: potremo scegliere di formattare solo una parte in FAT32 e il resto nel formato nativo scelto da Apple.

Fin qui i passaggi per Mac. La stessa operazione può, ovviamente, essere fatta anche da Windows, con i limiti indicati all’inizio dell’articolo.

Vediamo come precedere.

Nel caso si utilizzi Windows dobbiamo accedere all’utility deputata alla gestione del disco.

Per farlo, andiamo su Start, Pannello di Controllo, Sistema e Sicurezza, Strumenti di Amministrazione. Nel sottomenù scegliamo Crea e Formatta partizioni.
Scegliamo il disco da formattare e, come selezione, dobbiamo usare Converti disco in MBR (ovvero Master Boot Record).
A questo punto optare, con il tasto destro, Crea Nuovo Volume e diamo Avanti.
Partirà una procedura guidata che ci porterà al completamento del processo. L’ultimo step riguarda l’assegnazione della lettera dell’unità.

Vi ricordo, inoltre, che la partizione FAT32 è utilizzabile anche dai sistemi Linux.

[Fonte – MacWorld]

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

L'utilizzo del contenuto di questo articolo è soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. Sono consentite la distribuzione, la riproduzione e la realizzazione di opere derivate per fini non commerciali, purché venga citata la fonte.
  • AleLecce

    mah, io condivido periferiche di massa usb windows semplicemente andando nell’opzione proprietà – condividi (da windows) ed il mio Mac può così  leggere e modificare tutti i dati della periferica usb inserita sul pc windows. Cosa sono tutte le Vostre complicazioni?

    • NoOne60

      Penso che il senso dell’articolo sia quello di condividere una memoria di massa direttamente connessa a Win o a Mac e non attraverso la rete

      • AleLecce

        cosa che io faccio condividendo semplicemente in rete la periferica presente su windows ed il mio mac non ha difficoltà a leggere e modificare quei dati.

        • NoOne60

          Oggi sei a Roma con un Mac, domani sei a Palermo con Win. Buona rete a te e a famiglia

  • NoOne60

    exFat non è meglio? Darà problemi con Linux ma per condividere Win/Mac è la scelta.

    • Angel

      Non molto… Se non è tutto superaggiornato l’ExFat non viene visto da tutti i sistemi, l’XP ha qualche problema! Per esperienza personale meglio la FAT32, peccato per il limite dei files da 4Gb.
      Ma su sistemi nuovi senza dubbio l’ExFat è favolosa, velocissima e stabile!

  • http://twitter.com/dariogbaldo Dario

    io ho un mac da poco tempo e sto per comprare un hard disk esterno.
    dato che oltre al mac ho anche un pc windows xp(non picchiatemi non ero consapevole allora:) )volevo sapere qual’è il metodo migliore x formattare l’hd potendolo usare con entrambi i sistemi operativi.ho letto molte guide ma in alcune mi consigliano il FAT perché ha una maggior compatibilità in altre l’EXFAT per ovviare ai limiti del FAT e altre ancora l’NFTS usando sul mac un applicativo terzo x la lettura e scrittura dell’hd…
    voi cosa mi consigliate?

    • gianji

      Io consiglio ExFAT. Su XP e Vista però e supportato solo con gli ultimi Service Pack. per il resto è una soluzione ottima per le pendrive USB e gli HD piccoli.

    • Starlights74

       confermo come ha scritto sotto Gianji, usa l’extfat che sarebbe una sorta di fat64, senza nessuna limitazione ai 4gbyte di dati.
      Assicurati che XP sia aggiornato con tutte le Servicepack e patch oppure investi come ho fatto io 14 euro in Paragon NTFS ( credo sia ancora in offerta) e risolvi tutti i problemi ( mi hanno regalato anche PAragon HFS per Windows).

    • Basta partizioni

      senza troppi rimaneggiamenti consiglio formattare hd in journal per vederlo sul mac, e installare su pc macdrive programmino leggero (lo trovi) che permette lettura/scrittura su hd

      esperienza personale ho 2 hd da 2tb collegati alla tc in rete, li vedo sia sul macbook che sul pc

      enjoy)

  • Nerd0ne

    Io l’ho fatta molto più semplice, stabile e veloce: ho formattato l’HD con NTFS tramite Windows e ho installato Paragon NTFS ( http://www.paragon-software.com/home/ntfs-mac/ ) per rendere il mac compatibile con tale tecnologia. In questo modo ho i vantaggi dell’NTFS (velocità e dimensione max dei file) con la possibilità di usarlo su entrambi i Sistemi Operativi.

    Per chi volesse c’è anche una soluzione Open Source: MacFUSE ( http://www.macupdate.com/app/mac/23729/macfuse )

    Ciao!!