Il drive SSD fa la differenza? PCWorld propone alcuni Test

venerdì, 22 aprile 2011 di Cristian Mandelli in Approfondimenti, Confronti, Hardware, MacBook Pro

Ecco la risposta che molti cercavano da tempo: attualmente conviene investire qualche centinaia di euro in più per avere in dotazione un disco a stato solido nel proprio MacBook Pro? PCWorld ha condotto una serie di interessanti test su alcuni modelli di MacBook Pro di cui qualcuno dotato di disco SSD ed altri di dischi magnetici da 5400 rpm, per verificare quali siano le reali differenze.

Come tutti sappiamo, i dischi SSD garantiscono ottime velocità, tuttavia il loro prezzo per gigabyte è tutt’ora molto elevato. Apple dà la possibilità di personalizzare i propri MacBook Pro con dischi a stato solido:

  • 128GB + 250,00 euro
  • 256GB + 650,00 euro
  • 512GB + 1250,00 euro

i quali vanno a “scontrarsi” con le classiche configurazioni con dischi magnetici:

  • 320GB
  • 500GB
  • 750GB

Ci sono quindi le possibilità di avere anche dischi SSD con notevoli capacità, ma, come abbiamo visto poco sopra, si devono anche aggiungere più di 1000€ al prezzo base del computer.

Ma quanto ci permette di guadagnare in termini di prestazioni? E sopratutto, in quali condizioni di utilizzo?

Il tempo di accensione è sicuramente la prima cosa a cui tutti penserete. Il MacBook Pro da 13” standard, con processore i5 testato, ha impiegato 38 secondi per avviarsi, mentre la versione gemella con disco SSD ha impiegato solamente 20 secondi. 18 secondi sull’accensione non sono pochi, ma è pur sempre un’operazione che viene compiuta poche volte…

Ripetendo il test su un MacBook Pro da 15” con processore da 2.0GHz con HD classico sono stati necessari 36 secondi, mentre il MacBook Air da 13” con processore da 1,86GHz  e con SSD da 256GB ha impiegato 15 secondi.

Altro miglioramento è sicuramente quello dovuto al lancio delle applicazioni, il quale sarà sicuramente più rapido visto le elevate velocità di accesso e scrittura/lettura su disco.  I test condotti con Speedmark 6.5, hanno dimostrato che in media i MacBook Pro dotati di disco SSD sono più veloci dei modelli con hard disk standard del 20%.

Altro vantaggio è quello relativo alle operazioni di duplicazione di file. Duplicare un file di 1GB necessita infatti di circa 13 secondi sui modelli con SSD contro i 29 secondi necessari con HD classici. Allo stesso modo comprimere una cartella di dimensione pari a 2GB necessita di 33 secondi con disco SSD mentre sullo stesso modello con HD classico ha impiegato ben 65 secondi. Anche l’importazione o l’esportazione di file in o da iMovie gode dei vantaggi dei dischi SSD, come anche le più semplici operazioni di apertura e salvataggio di grandi documenti Word o Pages.

Nessun beneficio, invece, è stato registrato nei test che utilizzano intensamente CPU e processore grafico; i modelli hanno infatti ottenuto punteggi simili tra loro.

Con l’aggiornamento SSD il MacBookPro 2.3GHz da 13” con processore i5 si è dimostrato generalmente più performante di circa l’8% rispetto allo stesso modello dotato di processore i7@2.7GHz con 500GB di HD 5400-rpm. Questo ovviamente vale per i test che non sfruttano le potenze della CPU e del processore grafico. Sia la decompressione di file che la duplicazione degli stessi sono operazioni che impiegano circa la metà del tempo sul MacBook pro con SSD (intel i5) rispetto al modello con i7@2.7GHz e disco magnetico. I risultati cambiano con test come PrHandbrake, Cinebench CPU, and MathematicaMark, dove, invece, il processore i7 fa la differenza.

Di seguito sono riportati tutti i risultati dei test condotti da pcworld

Fonte: pcworld, test

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

L'utilizzo del contenuto di questo articolo è soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. Sono consentite la distribuzione, la riproduzione e la realizzazione di opere derivate per fini non commerciali, purché venga citata la fonte.
  • Francesco

    Sto aspettando l’uscita di lion per acquistare un mbp 13″ i7 con ssd.
    Trovo questi dischi un ottimo upgrade. Un notebook deve essere veloce, snello, reattivo.

    Per quanto riguarda lo spazio, 128 giga sono più che sufficienti in un notebook. Al giorno d’oggi tutti si possono permettere un Hd esterno da 1 tera (60 euro oramai?) di cui affidabilità e durata sono testate da decenni.
    IMHO

  • Il divino

    Per un sata 3 meglio corsair, ocz o owc??

  • T

    38 secondi contro 20 secondi fa 18 secondi di differenza non 10! è quasi il doppio! ;)

  • Vitt

    Io ho un MacBook Pro da13′ con i7 e ssd da 128gb…è FENOMENALE! Alla fine con sconto studenti ed essendo il modello che montava di default l’hd da 500 gb mi è costato 180 euro in più, i 128 gb sono più che sufficienti dato che per lo storage utilizzo un hd esterno, ne vale assolutamente la pena!

    • francesco

      la mia configurazione tra qualche mese :)
      Ma il discorso del trim e dello spazio libero?

    • http://www.mandelsworld.com Cristian Mandelli

      Giusto… Si vede che era tardi quando ho scritto l’articolo :P

      Cristian

    • http://www.facebook.com/profile.php?id=100002170526107 Simone Kevin Prince Moretti

      ciao pure io tra una settimana lo avrò questo portatile…va così veloce??in + penso che con l’ssd sarà ancora + fenomenale vero? non vedo l’ora…..

  • Mattia

    Per un MacBook Pro 2011 con Sata 6 c’e qualcuno che mi saprebbe consigliare tra Intel 510, OCZ Verter 3 o crucial C300 o M4?
    Grazie e buona Pasqua a tutti

  • Vitt

    Il trim è abilitato, lo spazio libero quando ti arriva a casa, tra formattazione e installazione del SO, è di 102 GB circa.
    Ho fatto le prove di accensione e spegnimento con cronometro:
    Spegnimento: 1.6 Secondi.
    Accensione: 18.7 Secondi.
    Clamoroso!

  • http://www.flyingdolphinstudio.com Gianluca

    Non mi sembra che l’articolo renda giustizia agli SSD. Dichiarare un guadagno medio del 20%, usando dei benchmark che c’entrano poco o niente con la velocità del disco, è del tutto fuorviante. Un disco SSD cambia *radicalmente* la velocità del sistema in tutte le operazioni di uso comune: lancio di applicazioni, apertura di cartelle sul Finder, ricerca di file con Spotlight, ecc. La differenza fondamentale è nel tempo di *accesso* ai file (non tanto la lettura o la scrittura): un disco magnetico deve aspettare che il file passi sotto la testina, un SSD no. Sono millisecondi nel primo caso e zero nel secondo, che si moltiplicano per tutti i file a cui il sistema accede, cioè migliaia. Con un SSD quelle pause fastidiosissime, lunghe secondi infiniti, tra la selezione di operazione e la sua esecuzione (qualunque essa sia) spariscono completamente. Io non posso che consigliarlo vivamente.

  • andrea

    però…
    potreste fare un confronto con i magnetici da 7200 rpm ufficiali Apple.
    io ho un MBP settembre 2009 che monta il 320 magnetico da 7200 rpm e non mi pare lento per nulla…. direi che potrei metterlo in mezzo tra i 5400 e gli SSD, più vicino a quest’ultimi però….

    • francesco

      7200 è già un altra cosa…al giorno d’oggi dovendo però spendere qualcosa in più meglio passare al SSD. Nel 2009 forse era una tecnologia ancora più immatura di oggi

  • hyndrew

    Si vabé, ovvio che gli SSD sono migliori, ma sono ancora una tecnologia da signori, da gente che ha soldi da spendere; suvvia, 1250€ per 512Gb, per avere un HD di media di (non) elevata capienza, sono una spesa proibitiva per le persone normali…
    Chiaramente il prezzo scenderà in futuro…

    • hyndrew

      E se avessi un MBP preferirei avere un Hard Disk Capiente piuttosto che portarmi dietro un Hard Disk esterno, anche a costo di perdere 20 secondi (…)

      • vitt

        L’hd esterno sta comodamente nella borsa con il pc, non è questa gran fatica :)

      • francesco

        Diciamo che solo un pazzo acquisterebbe un ssd da 512 oggi, oppure uno che ha veramente tanti soldi da spendere.
        Poi la capacità del hd in un notebook è soggettiva e dipende dall’utilizzo…comunque il 99% degli utenti spreca lo spazio libero con mp3 che mai ascoltano o con dvx guardati soltanto una volta.

  • zsimon

    @hyndrew
    È tutto molto soggettivo, ad ogni modo generalmente chi installa un ssd su un MBP, lo fa sostituendo il superdrive. Quindi il problema dell’HDD esterno non sussiste.

  • zsimon

    @hyndrew
    con circa 100€ si può sostituire il superdrive di un MBP con un ssd da 60gb in cui installi il sistema operativo e i programmi. Le librerie le sposti sul HDD. Il risultato è semplicemente spettacolare.

  • Andrew McGiaci

    Io ho un iMac 21,5″ ultima versione con 1T di HD a 7200 giri… C’è molta differenza da un SSD? se volessi mettere un SSD per il sistema operativo e il resto sul tera interno mi è possibile farlo??

  • zsimon

    @ric
    http://www.saggiamente.com/blog/2010/05/19/montare-un-disco-ssd-intel-x25-m-nel-nuovo-macbook-pro/
    @Andrew McGiaci
    La differenza prestazionale percepita è enorme.
    visto che devi in ogni caso aprire il Mac non complicarti la vita.
    Sostituisci l’HDD interno con un SSD e prendi(se non lo possiedi già) un HDD esterno.
    Se vuoi mantenerti basso con la spesa, consiglio un ssd da 60gb (circa 100€) + un HDD esterno(80-160€ 1-2Tb). Se proprio vuoi mantenere l’HDD interno potresti sostituire il superdrive con l’HDD ma è una soluzione che ho personalmente scartato per cui non mi esprimo. È sufficiente cercare in Google e YT e trovi tutti i tutorial che vuoi.

  • francesco

    salve io devo vendere il mio macbook white da 13″ acquistato ad agosto 2010
    perfetto nessun graffio e nessun pixel bruciato
    imballi originali con dischi di installazione

    ecco tutti gli upgrade effettuati

    innanzitutto il processore e’ un intel core 2 da 2,4 ghz
    scheda grafica nvidia geforce 320m
    la ram l’ho aumentata a 4 gb kingston ddr3 1066 mhz
    al posto del superdrive ho messo l’optibay mce con dentro ssd kingston v+ 100 da 96 gb
    sostituito l’hard disk da 320 gb messo un wd scorpio blue da 1 tb
    batteria con appena 23 cicli di ricarica

    prezzo 1250 euro

    una vera scheggia …..vendo per passaggio a macbook da 17″

    per info francesco.gargiulo75@alice.it