In arrivo importanti aggiornamenti per TeamViewer

20 marzo 2018 di Giuseppe Migliorino

TeamViewer ha annunciato un importante aggiornamento delle funzionalità della sua piattaforma, il cui rilascio è previsto nelle prossime settimane.

Questo aggiornamento migliora notevolmente le capacità di supporto dei dispositivi mobili di TeamViewer aumentando la velocità di accesso, riducendo l’utilizzo di dati mobili per gli utenti Android e consentendo una più facile gestione dei file su dispositivi iOS 11 che si integrano con l’App File iOS.

Grazie al nuovo Active Directory, gli amministratori sono in grado di sincronizzare gli utenti di Active Directory con TeamViewerdall’aggiornamento: la sincronizzazione con TeamViewer, per esempio, risulta più facile per gli utenti di Active Directory e l’introduzione delle funzionalità di reporting avanzate è una caratteristica molto richiesta per il servicecamp, il sistema di ticket integrato di TeamViewer. Active Directory Connector è ora disponibile tramite il sito internet di TeamViewer; mentre i token aggiuntivi necessari possono essere generati nella console di gestione di TeamViewer.

L’applicazione TeamViewer QuickSupport si integra ora con l’utilizzo di iOS 11 grazie all’App File iOS. Gli utenti possono scambiare file tra la cartella dell’App QuickSupport e qualsiasi altra posizione supportata dall’applicazione File come iCloud, Dropbox o Adobe Creative Cloud.

Inoltre, gli amministratori IT possono ora ottenere facilmente informazioni su quanti ticket sono stati assegnati al personale di assistenza, quantificare il numero di ticket creati su base mensile, settimanale o giornaliera, monitorare le problematiche più comuni e valutare le tempistiche con cui i ticket sono chiusi. Ciò consente una gestione più efficiente dei carichi di lavoro giornalieri del proprio staff e un monitoraggio più attento sui clienti importanti e sulle problematiche ricorrenti al fine di migliorare la qualità generale del servizio clienti.

Il servicecamp, inoltre, si integra ora  con strumenti di reporting esterni come PowerBI e Tableau: ciò offrirà al responsabile dell’help desk il vantaggio di poter lavorare all’interno della propria infrastruttura di reporting già esistente e di combinare i dati servicecamp con i dati di reporting di altri sistemi.

 

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.