Disponibile Parallels Desktop 14, ora compatibile con macOS Mojave

21 Agosto 2018 di Giuseppe Migliorino

Parallels ha rilasciato la nuova versione del suo software di virtualizzazione Windows u Mac, con piena compatibilità a macOS Mojave.

Il nuovo Parallels Desktop 14 ottimizza il consumo generale, tanto che ora l’installazione e la configurazione di una macchina virtuale richiedono molti meno gigabyte rispetto alle versioni precedenti. In particolare, il salvataggio degli stati di memoria tramite Snapchots richiede il 15% di spazio in meno.

La nuova funzione di ottimizzazione presente in Parallel Desktop 14 tiene conto sia dei meccanismi di archiviazione su Mac che di Windows. Una nuova finestra di dialogo su disco offre anche suggerimenti su come utilizzare al meglio lo spazio, ad esempio riprendendo e arrestando le macchine virtuali, gestendo istantanee VM e recuperando spazio su disco. Gli utenti della versione Pro possono usufruire di uno strumento di archivio aggiuntivo.

Anche le prestazioni del sistema sono state migliorate, con tempi di avvio più veloci del 10%, tempi di avvio delle applicazioni più rapidi dell’80%, tempi di sospensione VM più rapidi e frame rate ottimizzati rispetto a Parallels Desktop 13. Coherence è una modalità di visualizzazione integrata che consente l’accesso alle applicazioni Windows accanto alle app aperte su Mac. Altri miglioramenti includono operazioni di sospensione fino al 30 percento più veloci sulla partizione APFS e fino al 130 percento in più di fotogrammi al secondo per quanto riguarda la camera condivisa.

Anche la gestione grafica riceve una spinta ulteriore con il supporto OpenGL migliorato e miglioramenti in SketchUp 2017/2018, CTVox, DIALux 8 e OriginLab.

Oltre alle ottimizzazioni dietro le quinte, l’ultima versione di Parallels Desktop offre le funzionalità Windows più diffuse anche su Mac. Una delle novità è la possibilità di utilizzare Microsoft Ink per modificare documenti Office per Windows. Aggiunto anche il supporto alle stilo in tante app Windows.

Parallels Desktop 14 consente ora agli utenti di utilizzare Microsoft Ink per modificare i documenti di Microsoft Office per Windows su Mac, compreso il supporto  per la sensibilità della pressione in applicazioni quali PowerPoint, Microsoft Edge, CorelDRAW, Fresh Paint, Leonardo, openCanvas e Photoshop per Windows.

Per i possessori di  MacBook Pro di ultima generazione, Parallels Desktop 14 offre un set completo di controlli Touch Bar che si basa su configurazioni preesistenti offerte nelle versioni precedenti del software di virtualizzazione per le seguenti applicazioni: Microsoft Visio e OneNote, SketchUp, AutoCAD, Revit, Quicken, QuickBooks e Visual Studio, che si uniscono agli attuali set della Touch Bar di Parallels Desktop per applicazioni Windows, tra cui: Office 2016 (Microsoft Word, Excel, PowerPoint e Outlook), menu Start di Windows e desktop (Cortana, visualizzazione attività ed elementi bloccati sulla barra delle applicazioni), File Explorer (impostazioni di Apri file e Salva con nome), e browser Web (Internet Explorer, Microsoft Edge, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera e Vivaldi).

La procedura guidata Touch Bar di Parallels Desktop consente agli utenti di personalizzare in modo semplice la Touch Bar per migliaia di applicazioni Windows in modo che le scorciatoie con i tasti funzione siano a portata di mano quando si utilizzano le applicazioni. Inoltre, utilizzando la funzionalità Creazione e modifica di documenti XML con Touch Bar, gli utenti possono personalizzare ulteriormente la Touch Bar con le proprie scorciatoie personalizzate con i tasti funzione per le applicazioni Windows preferite.

Parallels Desktop 14 è già compatibile con macOS Mojave. Gli utenti avranno il supporto per la modalità Dark, la funzionalità Quick Look migliorata, e quelle per gli screenshot avanzati e Camera Continuity con i dispositivi iOS collegati.

Le nuove funzionalità della Business Edition comprendono una migliore gestione, oltre alla sicurezza e ai portali per la gestione delle licenze. Ulteriori miglioramenti:

  • I lettori di smart card sono ora disponibili in maniera automatica sia su Mac sia su Windows, per un accesso più rapido (se abilitati).
  • Gli amministratori possono invitare gli utenti via e-mail e assegnare amministratori distinti per le licenze secondarie, per una migliore efficienza.****
  • È possibile sostituire le macchine virtuali esistenti nella modalità Distribuzione per semplificare la produttività.
  • Le applicazioni distribuite nella modalità di singola applicazione si avviano più velocemente, insieme a una nuova schermata di presentazione dall’aspetto più moderno.Il portale “Il mio account” di Parallels è stato riprogettato per essere ottimizzato per i casi di utilizzo più comuni.

Alla barra del titolo è stato aggiunto l’indicatore utilizzo della CPU per fornire una migliore comprensione dell’elevato utilizzo della CPU in Windows. La funzionalità Monitoraggio delle risorse è stata completamente riprogettata per mostrare le risorse Mac insieme all’impatto che più macchine virtuali hanno su di esse.

Gli utenti che hanno già acquistato Parallels Desktop 12 e 13 possono effettuare l’aggiornamento a Parallels Desktop 14 al prezzo di 49,99€, oppure possono attivare l’abbonamento a Parallels Desktop per Mac Pro Edition al prezzo di 49,99€ l’anno. I nuovi clienti possono acquistare un abbonamento a Parallels Desktop 14 per 79,99€ o acquistare una licenza per 99,99€.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.