macOS Mojave: come usare le Quick Actions

25 Settembre 2018 di Francesco Siciliani

All’interno del nuovo macOS Mojave sono disponibili diverse azioni rapide che possono semplificare l’uso del Mac per alcune operazioni. Scopriamo come usarle di seguito.

Il Finder è un altro elemento decisamente ottimizzato in questa nuova release del sistema operativo dedicato ai Mac. Troviamo al suo interno una piacevole nuova modalità di visualizzazione dei contenuti, un sistema di modifica dei file tramite anteprima e un sistema di rapida gestione e pulizia degli spazi sulla scrivania.

Le Quick Actions ci permettono di ottimizzare i documenti e i file multimediali senza dover necessariamente ricorrere ad altre applicazioni o software.

Sostanzialmente, queste quick actions ci vengono in aiuto per piccole modifiche direttamente dal Finder, in modo semplice ed immediato. Possiamo modificare le immagini, ruotarle e annotarle, tagliare i video (trim) e via discorrendo, senza aprire alcun tipo di applicazione.

Le azioni rapide consentono, ancora, agli utenti di creare e proteggere tramite password un PDF oppure eseguire azioni Automator personalizzate sui file direttamente dal Finder.

Per sfruttarle al meglio, è necessario abilitare il pannello “preview” nel Finder. In questo modo, quindi con la barra laterale delle anteprime potremo vedere subito quali azioni poter eseguire. In alternativo possiamo fare lo stesso semplicemente premendo la barra spaziatrice della tastiera, aprire Quick Look e vedere quali strumenti ci vengono messi a disposizione.

Le azioni, come abbiamo accennato prima, cambiano in base alla tipologia del file quindi dopo aver provato diverse tipologie subito possiamo tenere a mente cosa possiamo fare con ogni file.

Ancora, possiamo anche personalizzare le azioni e renderle più vicine alle nostre esigenze. Basterà cliccare su “Altro” e poi su “Personalizza” per aprire il menu delle personalizzazioni per le Quick Actions. Da qui potremo abilitare o disabilitare alcune azioni, e vedere se ci sono plugin o azioni Automator che possiamo usare su un determinato tipo di file.

Apple sta incoraggiando gli sviluppatori di terze parti in modo da permettere una migliore e maggiore creazione di contenuti compatibili con le azioni rapide.

Provando su base quotidiana queste funzionalità, le impressioni sono state più che positive in quanto tutto questo ci ha permesso di risparmiare tempo nell’ottimizzare diversi file.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.