iMac 5K: problemi con le forniture in assistenza

04 ottobre 2018 di Francesco Siciliani

Apple sta avendo dei problemi con l’assistenza dei primi iMac 5K a causa di ritardi nella fornitura dei display da sostituire.

La fornitura di display sarà limitata fino alla metà o alla fine di Dicembre. Apple quindi sta promuovendo un’iniziativa dedicata ai clienti che si rivolgono in assistenza per la sostituzione dei display degli iMac (modelli late 2014 e mid 2015).

I clienti che si troveranno a richiedere una riparazione per danni accidentali potranno ricevere assistenza gratuita, a condizione di attendere fino a riassortimento scorte.

Se i clienti non vogliono aspettare per la riparazione gratuita, potranno accedere ad una scontistica di 600 dollari dedicata all’acquisto di un iMac 5K 2017 equivalente. Accettando questo sconto però, bisognerà lasciare ad Apple il vecchio Mac. Da notare che i nuovi iMac forniti ai clienti sono CRU quindi Customer Replacement Units ma non è chiaro se si tratta di modelli nuovi o ricondizionati.

Per fare un esempio, se un cliente restituisce un modello base “late 2014” potrà acquistare un modello base 2017 con 600 dollari di sconto, quindi da 1799 dollari a 1199 dollari.

Questa iniziativa è chiaramente non rivolta a chi danneggia in modo pesante il prodotto. Infatti gli utenti che portano in assistenza gli iMac con schermi rotti a causa di danni accidentali gravi, immersioni totali o parziali in liquido o altre problematiche dovute ad un utilizzo non conforme o sconsiderato, non potranno accedere a questo programma. Non si tratta, dopotutto, di un programma di upgrade dal modello 2014 a quello 2017.

Pochi riparatori autorizzati hanno ricevuto queste indicazioni quindi il numero degli utenti che potranno accedervi è decisamente limitato, stando a quanto riporta AppleInsider che ha scoperto il programma da MacRumors. Si parla, comunque per ora solo di Stati Uniti. La vicenda è, in ogni caso, poco chiara quindi vi aggiorneremo se dovessimo saperne di più.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.