Adobe rilascia Photoshop e Premiere Elements 2019

04 ottobre 2018 di Francesco Siciliani

Adobe ha appena rilasciato i nuovi Photoshop Elements 2019 e Premiere Elements 2019, le ultime versioni consumer dei suoi famosi software di editing foto e video.

Insieme alla solita lista di funzionalità e di caratteristiche, che ormai abbiamo imparato a conoscere, l’update di quest’anno porta con sè diversi miglioramenti e si focalizza sull’automazione e sull’intelligenza artificiale Adobe Sensei.

Come su ogni release precedente dei prodotti Elements, Adobe sta mettendo enfasi sulla facilità d’uso di queste versioni che integrano gran parte della potenza dei più performanti software per i professionisti e che si presentano in una veste dedicata all’uso non estremo.

Viene rinnovata, in questa variante 2019, la home screen che permette di fornire all’utente una rapida anteprima delle funzionalità e delle potenzialità del software, a seconda che questo sia Photoshop Elements o Premiere Elements. Troviamo quindi diverse schede e guide studiate appositamente per fornire supporto agli utenti e permettere quindi una più rapida presa di confidenza con gli strumenti.

La home page integra anche una funzionalità chiamata “Auto Creations” che sfrutta Adobe Sensei per la realizzazione di slideshow e collage. Una funzione comoda per eventi speciali, compleanni e via discorrendo. Chiaramente ogni creazione potrà essere personalizzata poi dall’utente.

Photoshop Elements integra una nuova funzionalità per la creazione dei collage con dei templates facili da usare e da personalizzare. Ci sono tante opzioni sul layout, sui colori di sfondo e sulla gestione delle immagini.

All’avvio del software, infatti, nella schermata principale vengono creati automaticamente splendidi collage e presentazioni di foto e video. Tutto grazie alla tecnologia di intelligenza artificiale di Adobe Sensei.

Quando completato, un collage può essere condiviso direttamente sulle piattaforme preferite dall’utente, come ad esempio Instagram e Facebook grazie all’integrazione con il software.

Premiere Elements guadagna invece una nuova schermata di modifica rapida “Quick Edit” che aiuta l’utente nel processo di ritaglio dei video. Anche la timeline (Sceneline) viene semplificata in modo da risultare più comoda per gli utenti che montano video. Vengono infatti fornite piccole anteprime nella timeline che aiutano durante l’aggiunta di musica, oggetti, titoli e via discorrendo.

E’ quindi possibile modificare e creare senza difficoltà, grazie alle opzioni automatizzate per foto e video basate sulla tecnologia di intelligenza artificiale di Adobe Sensei.

Ancora, entrambi i software possono ottenere benefici dalla funzionalità “Guided Edits” per la modifica guidata.

In Photoshop Elements, gli utenti possono creare testo da integrare nelle singole foto, usare effetti di disegno e personalizzare i propri progetti. Non manca una creazione guidata di meme che aiuta i creatori di contenuti di stampo umoristico sui social media.

E’ quindi possibile creare foto di grande impatto, anche senza un’esperienza specifica, grazie alle opzioni di modifica automatizzate e ai suggerimenti in tutti i passaggi. Si può quindi regolare luce e colore, rimuovere i graffi, riparare le vecchie foto e aprire gli occhi chiusi come per magia. Inoltre, il software ci aiuta ad applicare effetti accattivanti per dare un tocco originale alle nostre foto.

Non solo: in Photoshop Elements 2019 è possibile progettare testi visivi con lettere contenenti ognuna un’immagine diversa. Possiamo quindi adattare e ridimensionare le foto per creare parole o nomi di forte impatto visivo per ogni formato: dai progetti murali alle cartoline o alle pagine di scrapbook.

In Premiere Elements, questa funzionalità aiuta con alcune transizioni ed effetti (effetto vetro e transizione luma). E’ infatti possibile aggiungere una sovrapposizione video per creare un effetto lucido, come se l’azione nella scena avesse luogo al di là di un vetro oppure creare una transizione scena incisiva con una dissolvenza dei colori dal più scuro al più chiaro.

Adobe ha anche migliorato il supporto ad altri formati file in questa nuova versione del 2019. Photoshop Elements 2019 ora supporta HEIF su macOS, mentre Premiere Elements supporta l’importazione VFR (variable frame rate) e l’editing HEIF/HEVC su macOS 10.13 o superiori.

Photoshop Elements 2019 e Premiere Elements 2019 sono disponibili per l’acquisto “una tantum” quindi non in abbonamento al prezzo di 101,26€ singolarmente e 152,50€ in bundle. L’upgrade costa singolarmente 82,96€ mentre in bundle 125,66€.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.