Con macOS Catalina le app dovranno essere autenticate da Apple

04 Giugno 2019 di Luca Ansevini

Con l’arrivo di macOS Catalina l’azienda di Cupertino ha deciso di rivedere alcuni aspetti che riguardano l’installazione di software al di fuori di Mac App Store.

A causa di un aggiornamento di Gatekeeper tutte le prossime applicazioni sviluppate per Catalina dovranno quindi essere ufficialmente identificate da Apple, pena l’impossibilità di eseguire le applicazioni sul proprio Mac. Una novità certamente poco gradita che va a blindare in maniera forse eccessiva il nuovo sistema operativo targato Apple, la quale giustifica la scelta con motivazioni di sicurezza e chiarezza in merito alla provenienza del software.

Il processo di analisi di Apple andrà in sostanza ad effettuare una scansione del software per verificare la presenza di eventuale codice dannoso o altri potenziali problemi legati alla sicurezza. Tale processo riguarderà solamente le app distribuite al di fuori del Mac App Store in quanto le app pubblicate sullo store di Apple subiscono già un processo di verifica analogo.

Apple va insomma a stringere il cerchio intorno alla applicazioni rilasciate al di fuori del Mac App Store. Preferite un macOS maggiormente blindato oppure siete più favorevoli ad una maggiore libertà? Fatecelo sapere nei commenti.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.