Apple abbassa i prezzi per gli upgrade di storage per tutti i Mac

09 Luglio 2019 di Giuseppe La Terza

Apple ha abbassato il costo degli upgrade di storage su tutta la linea Mac, che include iMac, iMac Pro, MacBook Pro, Mac mini e persino il Mac Pro, anche se quest’ultimo presto sarà fuori produzione.

Inoltre, oltre ai tagli di prezzo, Apple ha anche cambiato le opzioni SSD per MacBook Air. In precedenza, erano disponibili configurazioni da 256 GB, 512 GB e 1,5 TB. L’opzione da 1,5 TB non è più disponibile, sostituita da un aggiornamento da una SSD da 1 TB al prezzo di 750 euro.

Le riduzioni di prezzo per gli SSD di Apple si applicano in generale sia ai notebook che desktop Mac. In generale il primo upgrade rimane allo stesso prezzo, mentre gli SSD con capacitò maggiori sono disponibili tutte ad un prezzo ridotto.

Prendiamo ad esempio il MacBook Pro da 15 pollici entry-level, fornito con SSD da 256 GB. Grazie ai tagli di oggi, l’upgrade ad un SSD da 512 GB costa 240 euro, l’SSD da 1 TB costa 480 euro, l’SSD da 2 TB costa 960 euro e quello da 4 TB costa 1920 euro.

Per MacBook Air, invece, per passare a un SSD da 1 TB dalla capacità di archiviazione di base di 128 GB saranno necessari 750 euro, mentre su iMac Pro si potrà ottenere un SSD da 4 TB per 1440 euro.

I nuovi prezzi aiutano a portare il costo degli SSD di Apple più in linea con il resto del settore, e ovviamente offrono un significativo risparmio sui costi per i clienti in fase di ordinazione.

Potete recarvi su Apple.com per vedere tutti i tagli di prezzo adoperati da Apple.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.