Tutti i MacBook vietati in stiva sui voli Virgin Australia

27 Agosto 2019 di Giuseppe La Terza

Una nuova precauzione di sicurezza prevede il divieto di tutti i MacBook dal bagaglio registrato (in stiva) sui voli Virgin Australia a causa dei timori riguardanti i problemi alla batteria. Sono però ancora ammessi nel bagaglio a mano.

Le preoccupazioni derivano da un richiamo mondiale effettuato da parte di Apple per alcuni modelli di MacBook Pro da 15 pollici avvenuto nello scorso mese di giugno.

Virgin Australia non è l’unica ad aver vietato i MacBook, infatti negli Stati Uniti la Federal Aviation Administration ha vietato i MacBook interessati sia dalla cabina che dalla stiva.

La difficoltà per il personale delle compagnie aeree e degli aeroporti, ovviamente, è come identificare i modelli interessati. Tutti i modelli MacBook Pro da 15 pollici post-Retina con Touch Bar si assomigliano, quindi aspettarsi che il personale di sicurezza identifichi i modelli specifici durante la scansione del bagaglio non è realistico.

Nonostante qualcuno possa considerare il divieto una reazione eccessiva, in realtà è un approccio abbastanza sensato, che probabilmente non andrà nemmeno a creare grandi disagi, vista la possibilità di portare il proprio MacBook nel bagaglio a mano. Ad ogni modo, sia le compagnie aeree che i clienti possono verificare se il loro MacBook Pro è a rischio attraverso una pagina di supporto Apple.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.