Google, 168 milioni di dollari “cleantech” per produrre energia solare

12 Aprile 2011 di Massimo Musicò

Sorgerà in California un grande impianto solare a concentrazione costruito da BrightSource Energy nel sito di Ivanpah, nel deserto del Mojave. Quello di Google è il più grande investimento ecologico di una azienda hi-tech.

Il progetto prevede la realizzazione di un impianto complessivo di 392 MW per una spesa di 1.6 miliardi di dollari. La quota di partecipazione dell’azienda di Mountain View sarà appunto di 168 milioni di dollari.

Le centrali costruite saranno esattamente 3, per una potenza totale in grado di alimentare energeticamente oltre 140 mila abitazioni. Questo complesso solare sarà, una volta terminato, il più grande al mondo.
L’insieme degli specchi rifletterà la radiazione solare su una caldaia posta in cima ad una torre, dove viene prodotto il vapore poi utilizzato per la generazione di elettricità.
I lavori sono iniziati lo scorso ottobre e finiranno a marzo del 2013. Non sono mancate le polemiche di gruppi ambientalisti per l’impatto sul territorio, coi danni conseguenti alla fauna e flora locale.

Nel 2007 Google.org, il braccio filantropico della compagnia di ricerca, aveva investito 10 milioni di dollari in BrightSource Energy, mentre la quota odierna di 168 milioni di dollari arriva direttamente dalle casse dell’azienda stessa.

Il portavoce di Google, Parag Chokshi, ha detto: «è una tecnologia interessante con un grande potenziale, e per noi il progetto ha senso come investimento». La società possiede infatti enormi sedi con i centri dei server necessari alla gestione dei motori di ricerca e degli altri servizi, ed è “famosa” anche per gli altrettanto enormi consumi di elettricità. Con questo investimento sperano così di ridurre anche i costi della bolletta elettrica.

Fonte: LAPRESSE

 

 

 

 

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.