Dropbox lancia (in Beta) un servizio alternativo a Streaming Foto di iCloud: ecco come utilizzarlo

03 febbraio 2012 di Andrea Cervone

Dropbox ha diffuso una nuova versione Beta del suo client ufficiale per Mac e PC implementa la funzione di condivisione automatica delle fotografie in pieno stile “Streaming Foto” di iCloud. Siete curiosi di scoprire il funzionamento del servizio o volete semplicemente provarlo? Continuate a leggere questo articolo.

Sul forum di Dropbox, si apprende che gli sviluppatori sono da tempo al lavoro su una nuova versione del programma che consentirà l’upload automatico delle nuove immagini su questo servizio per potervi accedere da qualsiasi dispositivo tramite una connessione ad Internet e un apposito client. Inoltre in questo periodo di beta testing gli sviluppatori hanno deciso di offrire uno spazio addizionale per garantire a chiunque di poter portare a termine la prova del nuovo servizio: tutti gli utenti riceveranno 500MB aggiuntivi come bonus per ogni upload di foto o video della stessa dimensione (per essere chiari, oltre ai 500MB aggiuntivi per l’upload iniziale, riceverete 500MB di spazio in più su Dropbox ogni volta che esaurirete i 500MB messi a disposizione precedentemente). Questo fino al raggiungimento di 5GB totali di spazio di archiviazione.

Installando la nuova versione del client per computer di Dropbox, verrà creata automaticamente una nuova cartella denominata “Camera uploads” e in fase di configurazione del programma (dopo averlo ovviamente installato sul computer) sarà chiesto all’utente di confermare l’attivazione dell’upload automatico di immagini e video anche sui dispositivi legati al medesimo account Dropbox (nel nostro caso un iPhone e un iPad). Fatto ciò, esattamente come in iCloud e Streaming Foto, inizierà l’upload automatico delle immagini presenti su iPhone e iPad. Tuttavia, stando ai nostri test, il servizio risulta leggermente più lento di Streaming Foto di Apple, ma trattandosi di una versione non definitiva ci aspettiamo che i tempi di caricamento vengano ridotti con i prossimi aggiornamenti.

L’importazione avviene sia da PC/Mac ad iPhone e iPad, sia dai dispositivi iOS verso i computer. Esattamente come Streaming Foto di Apple. La maggiore versatilità di Dropbox consente però di condividere i propri files non solo con i PC e i dispositivi, fissi e mobili, di Apple, ma anche con terminali Android, Linux o Windows Phone che siano stati connessi a Dropbox con uno stesso account. Ecco come appare la cartella “Camera uploads” su iPhone e iPad.

L’upload e la condivisione automatica delle foto può avvenire tramite computer, fotocamere, telefoni, tablet e schede SD. In generale attraverso qualsiasi dispositivo che possa accedere a Dropbox. Ovviamente, essendo il servizio ancora in fase di test, si consiglia di eseguire in ogni caso un backup locale delle fotografie e dei video più importanti. Una volta caricati su Dropbox, tutti i files immagine e video potranno essere scaricati su qualsiasi dispositivo.

Come per ogni upload su Dropbox, potremo seguire lo stato del caricamento e visualizzare i nuovi files nella cartella in cui sono stati caricati. L’upload interesserà automaticamente tutta la libreria fotografica e saranno incluse sia le vecchie foto che le nuove. È come sempre possibile anche caricare singolarmente le immagini che vogliamo condividere su Dropbox tramite semplice drag&drop (su Mac e PC) oppure premendo sul tasto “Upload” in Dropbox per iPhone e iPad.

Potete scaricare la nuova versione Beta di Dropbox con supporto alla condivisione automatica delle fotografie dai seguenti link:

L’upload automatico è già previsto nelle ultime versioni di Dropbox per iPhone e per iPad. Nel caso in cui non funzionasse subito, consigliamo di eseguire un hard reset dei dispositivi tenendo premuti i tasti Home e Accensione per circa 5 secondi. I dati dei vostri dispositivi non verranno alterati e dopo il riavvio potrete utilizzare senza problemi il nuovo servizio. Ricordiamo inoltre che per accedere a Dropbox è necessario registrare un account sul sito ufficiale del servizio.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.