Apple: la strategia del successo in 11 mosse

24 Marzo 2011 di Michela Campisi

Solo tredici anni fa Apple era sull’orlo della bancarotta. Oggi è la società di information technology con la migliore reputazione nel mondo, e Steve Jobs è ritenuto il principale artefice di questa svolta drastica. Ma come ha fatto?
Pensando in maniera differente, innovativa, e a volte controversa.


Ecco sintetizzati undici passi chiave, seppure non esaustivi, con cui Steve Jobs ha fatto di Apple l’azienda di successo che oggi conosciamo.

  1. Alleati con il nemico
    Riesci a immaginare Pepsi e CocaCola collaborare insieme? Per quanto strano possa essere, Apple si allea con il suo storico nemico annunciando nel 1997 una partnership con Microsoft. “Si tratta di risanare la Apple, metterla in condizione di contribuire al settore e prosperare di nuovo” ha detto Jobs.
  2. Rendere i prodotti seducenti
    Da bravo venditore, Jobs è consapevole dell’importanza dell’estetica, e di quanto invece i prodotti Apple appaiano old style. Nel 1998 convoca una riunione generale domandando: “Sapete cosa c’è che non va in questa azienda? I prodotti non attraggono!”
  3. Amplia gli orizzonti
    Apple, si sa, nasce come compagnia informatica, ma Jobs sa che è necessario superare questo limite per avere davvero successo. Così Apple espande i suoi prodotti rilasciando Final Cut Pro, seguito da lettori MP3, musica, iPhone e Ipad.
  4. Crea soluzioni inarrestabili
    I tradizionali rivenditori non danno il giusto spazio ai prodotti Apple. La soluzione di Jobs? L’Apple Store. Sparsi in tutto il mondo, questi punti vendita sono diventati dei ‘gioiellini’ del retail informatico.
  5. Dì ai clienti quello che vogliono sentirsi dire
    Jobs dice ai clienti quello che loro vogliono prima ancora che loro stessi sappiano di volerlo.
  6. Unisci i punti
    L’innovazione dei prodotti Apple non si limita al prodotto, ma alla vision di integrazione che li accomuna. iPod interagisce perfettamente con iTunes. iPad e iPhone condividono l’app store. Ed ora anche Mac si muove in questa direzione.
  7. Non assumere dipendenti ‘fatti con lo stampino’
    “Parte del successo di Macintosh è dovuto al fatto che le persone che ci lavorano sono musicisti, poeti, artisti, zoologi, storici a cui è capitato di essere i migliori informatici del mondo” ha detto Jobs.
  8. Think different
    La campagna pubblicitaria di Apple “Think Different” della fine del 1990 è stata una delle più efficaci di tutti i tempi. Ha stimolato l’innovazione, che è ciò che Apple è oggi.
  9. Non complicare
    La semplicità è felicità. Il designer Jonathan Ives conferma questa strategia: “Noi siamo completamente focalizzati sullo sviluppo di soluzioni che siano molto semplici, perché essendo creature terrene noi comprendiamo la chiarezza.”
  10. Vendi sogni, non prodotti
    Jobs è ammaliante, coinvolge le persone e le ancora ad un comune sentimento. Quello che comprano i suoi clienti non è il prodotto, ma ciò che rappresenta.
  11. Fidati del tuo istinto
    Alla cerimonia di consegna dei diplomi a Stanford, Jobs ha detto: “Abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e il vostro intuito. In qualche modo dentro di voi già sapete cosa volete davvero diventare”. 

     

Fonte: http://www.businessinsider.com/10-ways-steve-jobs-made-apple-great-2011-3

Immagine: http://news.stanford.edu/news/2005/june15/gifs/19_grad_steve.jpg

 

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.